Alimentazione nell’adolescenza

L’adolescenza rappresenta un momento di profondi cambiamenti. È l’età in cui lo sviluppo fisico si affianca, per la prima volta, ad una volontà di autodefinizione psicologica, in cui si formano, cioè, il fisico ed il carattere. Ma è anche quella che gli adulti, spesso, tendono a definire “un’età difficile”. E lo è anche per quanto riguarda l’alimentazione, perché i ragazzi si ritrovano ad essere più sottoposti a influenze esterne di quanto lo fossero precedentemente, e ad allontanarsi così dalla cucina “casalinga” escludendo certi tipi di alimenti. Insomma, vivono un modo diverso anche il rapporto con il cibo.

Spesso il comportamento alimentare dell’adolescente è caratterizzato da pulsioni, infatuazioni, anticonformismo o da una certa anarchia di scelte (con le quali afferma la propria nascente personalità, in contrasto con le imposizioni dei genitori), che può portare a disordini alimentari non trascurabili. D’altro canto, le esigenze energetiche e nutrizionali di questa fascia d’età sono rilevanti, a causa del sensibile accrescimento corporeo, che ha un picco di velocità intorno ai 14 anni per i maschi e 10 per le femmine.

Bisogna, inoltre, porre particolare attenzione al fabbisogno di ferro delle ragazze, in corrispondenza della comparsa delle mestruazioni. Capita, infatti, di riscontrare in queste ragazze la presenza di casi di anemia da carenza di ferro.

Un’altra possibile “carenza” –determinata dall’eccessivo ricorso al fast food “all’americana” (ricco di alimenti ad elevato contenuto di calorie, grassi saturi, sale e zuccheri semplici) e dalla frequente esclusione di frutta e verdura- è quella della fibra alimentare. Ne possono derivare, soprattutto, disturbi a livello gastrointestinale e tendenza all’aumento di peso, fino all’obesità. Gli errori alimentari più frequenti nell’adolescenza riguardano la tendenza a ridurre o evitare la colazione al mattino e certi eccessi di spuntini altamente calorici e di scarso valore nutritivo (nocciolame, patatine, cioccolata, ecc) in bevande gassate dolcificate e anche in alcol. Di particolare rilievo, la vulnerabilità delle adolescenti nei confronti di certi tipi di diete, e soprattutto di certi regimi dimagranti irragionevoli perché troppo drastici e squilibrati oltre che, spesso, ingiustificati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *