Alimentazione nella terza età

Alimentarsi bene è importante per difendere salute e benessere a ogni età. Anche dopo i sessanta anni un’alimentazione sbagliata può portarsi dietro alcuni disturbi, magari collegati a errori alimentari commessi in gioventù; al contrario, un’alimentazione corretta può giovare alla conservazione di molte capacità e funzioni.

In questa fase della vita, le necessità in energia – e quindi anche quelle globali di cibi- si riducono gradualmente del 20-30 %: diminuiscono sia le spese connesse a quelle attività dell’organismo che sono fondamentali per la vita, sia l’attività fisica. Per evitare, quindi, un’indesiderabile aumento di peso, oltre a svolgere un po’ di attività motoria ( come, ad esempio, fare delle passeggiate), dobbiamo fare attenzione alla quantità di alimenti che consumiamo e alla loro densità energetica, moderando anzitutto il consumo dei cibi ricchi di grassi e di zuccheri semplici.

Molti anziani, al contrario, soffrono del problema opposto: sono malnutriti. Ciò  è dovuto a molteplici fattori: solitudine, povertà, scarsa autosufficienza, scelte alimentari monotone, difficoltà di masticazione e di digestione, inappetenza, interferenza con farmaci, depressione, scarso interesse per se stessi e per la vita, ecc..

Un’alimentazione sbagliata causa, spesso, un’ipovitaminosi, cioè carenza di vitamine. I fattori che concorrono all’ipovitaminosi sono molteplici: errori alimentari, alterazioni nell’assorbimento intestinale, interazioni con farmaci di uso cronico, costo elevato di certi cibi ricchi di vitamine, errati sistemi di cottura che prevedono il consumo di una pietanza in più giorni successivi con ripetute esposizioni al calore, ecc…

Inoltre, l’anziano ha bisogno di molta acqua, da assumere attraverso cibi e bevande, per evitare disturbi renali o neurologici e un peggioramento delle funzioni intestinali.

Quindi, anche l’alimentazione dell’anziano deve essere specifica e soprattutto deve essere tenuta sotto controllo con opportuni schemi alimentari

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *